Centro Internazionale Implantologia Como – Dir. San. Prof. Tiziano Testori

Anche gli impianti dentali si possono ammalare come i denti naturali

Anche gli impianti dentali si possono ammalare come i denti naturali

foto mediciGli impianti endo-ossei sono una soluzione terapeutica straordinaria che negli ultimi decenni ha permesso di riabilitare milioni di pazienti nel mondo, con percentuali di successo molto elevate, superiori al 90%.

Tuttavia anche gli impianti che sostituiscono le radici dei denti persi possono ammalarsi; la patologia che fa ammalare il tessuto di supporto a livello dei denti è chiamata parodontite (anche chiamata, con termine poco scientifico, piorrea), mentre a livello degli impianti prende il nome di peri-implantite .

Il termine peri-implantite indica un processo infiammatorio irreversibile che colpisce i tessuti molli (gengiva) ed i tessuti duri (osso) attorno ad un impianto endo-osseo, determinandone la progressiva distruzione. L’infiammazione esordisce come “mucosite perimplantare” , che colpisce solo la gengiva e che se curata tempestivamente va incontro alla completa remissione. Questo processo normalmente si instaura in assenza di sintomi, ed è causato da una serie di fattori che sono ad oggi oggetto di studi scientifici. In alcuni Pazienti la perdita ossea può avvenire piuttosto precocemente dopo il posizionamento dei denti artificiali supportati da impianti, mentre per altri la malattia si può sviluppare molti anni dopo.impianti

La peri-implantite è una patologia complessa in cui numerosi fattori sono coinvolti: fattori legati al paziente, condizione locale dei tessuti che circondano l’impianto, il tipo di impianti utilizzati. Il trattamento delle peri-implantiti è efficace nelle fasi più precoci di insorgenza della malattia, ma diventa molto complesso, e talvolta inefficace, se la patologia non è stata diagnosticata tempestivamente. Le principali armi che abbiamo per contrastarla sono rappresentate da un attento e personalizzato programma di mantenimento parodontale unito a due fattori: diagnosi precoce ed oculata scelta del sistema implantare utilizzato. Alla luce delle più recenti evidenze scientifiche, il vostro Implantologo vi consiglierà l’utilizzo dei sistemi implantari che ai trial clinici risultano meno soggetti a questo tipo di complicanze. Inoltre è fondamentale che il Paziente si sottoponga a controlli clinici e radiografici periodici, e a sedute di igiene professionale la cui frequenza deve essere concordata con l’Implantologo e con l’Igienista Dentale. Recenti linee guida della Società Italiana di Osteointegrazione sottolineano come queste sedute debbano avere luogo ogni 3-4 mesi nel primo anno e successivamente con una cadenza stabilita a discrezione dei professionisti in base alla risposta individuale del Paziente.

La migliore garanzia per il successo a medio-lungo termine delle riabilitazioni implantari risiede proprio nella costanza nelle corrette manovre di igiene domiciliare secondo le istruzioni specifiche impartite dall’Igienista e nei controlli regolari che permettano eventualmente di intercettare in fasi precoci l’insorgenza della perimplantite.

Prof. Tiziano Testori

Lo Studio Odontoiatrico Società di Medicina Odontostomatologica offre dei servizi che coprono ogni esigenza del paziente, dalle visite di controllo alle complesse operazioni chirurgiche.

Società di Medicina Odontostomatologica

Centro odontoiatrico d’eccellenza che svolge attività clinica, ricerca e didattica.
Via Rubini, 22 Como
Telefono: +39 031241652

Email: info@implantologiaitalia.it

leading dental center of the world